Vale la pena imparare a programmare anche se non stai avviando un’azienda tecnologica?

La risposta a questa domanda è GRANDE SÌ .

Consideriamo il tempo per imparare a programmare è l’investimento. Il ROI per tale investimento è enorme se si ha la pazienza, la dedizione, la motivazione e la volontà di intraprendere questo iterativo e lungo viaggio.

Puoi iniziare imparando le basi della programmazione e del ridimensionamento verso l’alto per acquisire una comprensione più approfondita dei sistemi su larga scala e verso il basso per conoscere l’architettura del computer e come il codice viene elaborato a un livello molto più basso (livello hardware).

Per anni ho applicato le mie conoscenze in programmazione e architettura di sistemi al di fuori dell’ambito dei miei progetti. Costruire altri sistemi (come un modello operativo per una startup) in modo metodico è una delle conseguenze dirette del raggiungimento di livelli più alti di competenza nello sviluppo del software. Il pensiero logico, il comportamento metodico, la disciplina, la pazienza, il pensiero critico e l’analisi completa di un problema sono tutti sottoprodotti dell’apprendimento della programmazione. O lo sono?

Alcuni sostengono che le abilità di cui sopra sono prerequisiti per essere un programmatore solido, sostengo che sono abilità necessarie, ma che vengono acquisite nel tempo.

Non vedrai un impatto diretto sulla tua vita mentre inizi il tuo viaggio di programmazione. Non vedrai cambiamenti fino a dopo forse un paio d’anni. Principalmente perché questi cambiamenti sono a livello mentale e comportamentale, aree su cui non si può avere un impatto enorme in un breve lasso di tempo.

Buona fortuna nel tuo viaggio, e ricorda, se lo stai facendo per il trattamento , non avrai la resistenza per farlo. Devi farlo per se stesso.

Sì! Ecco perché:

1. Ogni azienda sta diventando un’azienda tecnologica: i libri si stanno trasformando in e-book, il marketing è digitale e se un’azienda non ha un qualche tipo di sito Web, per la maggior parte delle persone potrebbe anche non esistere. Di conseguenza, essere in grado di parlare il linguaggio della tecnologia è sempre utile: sto lavorando in un ruolo non tecnico in una startup chiamata Thinkful , una scuola online per imparare a programmare attraverso il tutoraggio e trovo ancora utile avere alcune conoscenze di base sulla codifica per comprendere un po ‘di cosa parlano gli sviluppatori.

2. La codifica può essere uno sbocco creativo: per la prova, dai un’occhiata al mio libro di apprendimento del codice preferito, l’unico che può essere veramente descritto come “toccante” e include anche enormi quantità di volpi dei cartoni animati.

3. Imparare a programmare ti darà anche più fiducia in tutti i tipi di problemi tecnologici: anche se non è direttamente applicabile a loro, inizierai a “sentirti come se possiedi effettivamente il pezzo di metallo che hai appena acquistato”, nelle parole di una buona risorsa per la codifica dell’amore .

4. La codifica cambia il modo in cui funziona il tuo cervello: sto imparando a programmare in questo momento e mi sono reso conto che non si tratta solo di memorizzare comandi, è una mentalità. Quando sto lavorando alla programmazione, mi sento come se stessi facendo connessioni logiche che non avrei notato prima. Certo, non tutti i problemi possono essere risolti pensando come un programmatore di computer, ma ti darà un altro modo di affrontare qualsiasi tipo di attività.

5. La codifica ti fa sentire come se avessi dei superpoteri: non c’è niente come mettere insieme un pezzo di codice funzionante. Ti farà correre in giro, cercando di spiegare alle persone intorno a te quanto sia assolutamente incredibile che tu abbia fatto apparire sullo schermo un mucchio di numeri casuali. I programmatori a volte sviluppano ego piuttosto grandi, ma a un certo livello ha un senso: sono le uniche persone che sono effettivamente in grado di controllare le macchine che controllano sempre più la vita di tutti. Sarebbe andato alla testa di chiunque.

No, la codifica non è così importante se non vuoi essere un programmatore.

Ma conoscere il calcolo è dove sono i soldi. Tutti dovrebbero conoscere la natura del calcolo. Di solito va di pari passo con la codifica ma non è necessario conoscere la codifica per conoscere il calcolo.

Modifica: per chiarire, secondo il commento di Matt. È probabilmente la differenza tra scrittura accademica e scrittura professionale. Tutti dovrebbero scrivere a scuola e tutti dovrebbero scrivere a scuola. Ma non tutti dovrebbero scrivere o codificare vocazionalmente. In tal senso, è necessaria una quantità minima di codifica per conoscere il calcolo. Ma questo non è lo stesso del tipo di codifica che si svolge in un lavoro di codifica professionale.

Direi che può valere la pena indipendentemente dalle opportunità di lavoro. La mia attrazione verso di essa precede il fatto che ottengo qualsiasi stipendio per lo sforzo, il fascino è che la programmazione è un’approssimazione ragionevole alla magia funzionante. Puoi prendere le idee direttamente dalla tua immaginazione e vederle apparire, in perfetto ordine se tu fossi abbastanza attento da chiedere esattamente quello che volevi.

A parte l’ovvio vantaggio di demistificare il modo in cui funzionano le nostre macchine più complicate (e forse altrettanto importante, falliscono), insegna un approccio altamente strutturato alla risoluzione di problemi non limitati ai computer e allena la tua attenzione ai dettagli in modo piuttosto accanito.

In termini di comprensione del mondo che ti circonda, si tratta meno del mondo e di più di come lo comprendi, in particolare, facendo scelte accurate quando decidi come descriverlo e pensarlo accuratamente.

Praticato a livello ricreativo, richiede il tipo di concentrazione che consente alle persone di risolvere enigmi logici e enigmi matematici. Non è l’hobby più rilassante che si possa immaginare, ma può assolutamente renderlo gratificante.

Soprattutto se ti sei mai chiesto dove è nato il genio nella lampada. 🙂

Non è essenziale ma è un grande trucco per la vita.

Puoi creare siti web (faccio soldi mentre dormo), app per smartphone (ho uno sfondo animato unico e un’app per appunti che ho scritto sul mio telefono), automatizzare il tuo PC (scarico le notizie e le archivio ogni 15 minuti ) o manipolare grandi quantità di dati in database o fogli di calcolo in modi che non possono essere fatti in altro modo (posso trovare tutte le notizie correlate in meno di un secondo).

Puoi persino decodificare cose come siti Web e giochi e imbrogliare! (Tutti i miei amici hanno milioni di crediti su Assassin’s Creed.)

Ma non devi; potresti scegliere di non farlo.

Sì, ne vale la pena, ti dà la possibilità di capire almeno in parte come funzionano i dispositivi e come il software interagisce con l’utente! La codifica può essere un hobby part-time!

Dai un’occhiata a questa risposta di 15 secondi di Nick Parlante (Stanford Computer Science Lecturer):

La codifica è uno strumento per aiutarti a interagire con sistemi complessi. La maggiore esperienza che puoi avere con la comprensione e l’interazione con tali sistemi ti darà una maggiore capacità di comprensione di altri sistemi; compresi quelli al di fuori del regno dell’informatica.

Assolutamente si.
Non solo per capire il mondo intorno a te, ma anche per “programmare” molte parti di quel mondo …